L’acqua pulita si produce con energia pulita

Gli impianti di depurazione delle acque sono grandi divoratori di energia elettrica. Oltre a consumarla, però, sono anche in grado di produrne grandi quantità. Il trattamento dei fanghi genera infatti del gas metano, una fonte energetica rinnovabile che viene utilizzata sia per i bisogni termici degli impianti stessi, sia per produrre energia elettrica. I fanghi contengono inoltre sostanze riciclabili, ad esempio il fosforo, che è una materia con tendenza a scarseggiare a livello mondiale. La legislazione federale ha già introdotto degli obblighi di recupero di questo materiale.

In generale, la tendenza delle nuove legislazioni va in direzione della limitazione e, in ultima analisi, del divieto di impiego di energie fossili, che sono da sostituire con fonti energetiche alternative naturali. A questo proposito, la valorizzazione dell’energia e delle sostanze contenute nei fanghi rappresenta un obiettivo importante per il CDV. Andrà studiato se l’utilizzazione del biogas eccedente i propri fabbisogni sia da preferire per creare energia elettrica da immettere nella rete di distribuzione, oppure per alimentare la rete di fornitura del gas naturale.